Facebook cambia il “condividi” in “diffondi”.

Da questa mattina facebook ha cambiato il pulsante “condividi” con quello “diffondi”. Stessa funzione, ma semanticamente parliamo di due termini/azioni ben diversi nel significato e nel valore.

Il primo indizio di questo cambiamento per me è stato questo stato della mia amica Sonia (ps datevi una letta al suo splendido blog Il Pasto Nudo):

“Condivido” su Facebook è inteso come “metto in comune con i miei amici” non come “sono d’accordo”. È un particolare molto più importante di quanto sembri.

La Danse. Matisse 1909

La Danse. Matisse 1909

Per il vocabolario Treccani “condividere” significa:

condivìdere v. tr. [comp. di con– e dividere] (coniug. come dividere). – Dividere, spartire insieme con altri: il patrimonio è stato condiviso equamente tra i fratelli. Anche, avere in comune con altri: cl’appartamento; più spesso fig.:condivido pienamente la tua opinionenon condivideva le mie ideecondividono la passione per la montagna. ◆ Part. pass. condivio, con valore verbale o di agg.: è un’opinione condivisa da moltiobiettiviprogrammi largamente condivisi, che incontrano largo consenso.

Mentre sempre per Treccani “diffondere” significa:

diffóndere v. tr. [dal lat. diffundĕre, comp. di dis-1 e fundĕre «versare»] (coniug. come fondere). –

a. Spargere intorno per largo spazio: il sole diffonde luce e calorei fiori diffondevano nel giardino un intenso profumo.

b. Divulgare, propagare: duna notiziaun comunicato (a voce, per mezzo della stampa, per radio, per televisione, ecc.); duno scrittouna dottrinaduna diceriauna calunniadnotizie falsedla scienzadla civiltàdil contagio.

Quindi…

Quindi, mi piaceva di più condividere, “dividere, spartire con altri” che racchiude in pieno l’intenzionalità del mio gesto quando clicco quel pulsante. Condivido, spartisco, un’immagine, o un video, o un articolo con chi ho voglia di farlo perchè sono certo che anche gli altri condivideranno (nel senso di pensarla in maniera simile) la mia condivisione. E se non dovessero condividerla se ne creerebbe una discussione.

Questo avverrà anche con “diffondi”. Non v’è dubbio. Però DIFFONDI (in maiuscolo apposta) lo associo tanto a quel gruppo di parole brutte della propaganda o del marketing anni 80 (tra cui “target”, “colpire”, “conquistare un settore di mercato” e via scrivendo).

In breve, a me piace più “condividi”. Ecco!

E tu che ne pensi? Condividi con me? O diffondi? :D

Annunci