January is hard – Innocent grande comunicatore

Paradossalmente alle volte ci si dimentica di qualcosa o qualcuno specie quando lo si ha a stretto contatto. Magari la distanza rende i legami più forti.

No, non mi rivolgo a te, la mia Lei. Non ho intenzione di lasciarti.

Mi riferisco a quell’azienda che tanto mi piaceva, che mi aveva fatto scoprire un modo diverso di concepire prodotto, valori e comunicazione degli stessi: Innocent.

Oggi però mi redimo da questo bestiale comportamento. Faccio il bravo ragazzo, l’amante fedele ed interessato. Scrivo un post su di te dopo l’indigestione che ho fatto nel scrivere la mia tesi di laurea. E lo faccio perchè tu – si, tu – ancora mi affascini con la tua ironia, le tue iperboli e la tua eticità.

E qua il caro amico Youtube, con le sue varie sottoscrizioni, mi propone un nuovo video postato dal tuo canale. E dopo il “post Natale” ha ancor più senso riproporlo sul blog.

Il protagonista del filmato “January is hard” è un Kriss Akabusi versione post Natale appesantito e pantofolaro che trova una nuova sfida dopo le medaglie olimpiche conquistate negli anni ottanta e novanta con la canottiera dell’ Inghilterra.

Innocent rimane come al solito un “wonderful brand“.

Annunci