Blueberry jam

Ok, i know that this recipe is stoled by Jamie Oliver, but i’m gonna suggest you as well ‘cause we – me and my friend Angelo – tried it just this morning, changing it a bit.

Here we go!

Ingredients:

1.2 Liters of Bluberries

2 tea cup of sugar

1.5 table spoon of water

half lemon juice

some thymes

and some unflavored gelatin

After that put the 1.5 table spoons of water in a pan with one and half tea cup of sugar, half lemon juice and thyme. Bring it at boil and put the bluebarries in the pan. Now bring it at gentle boil and wait half hours to condens it and add some sugar and unflavored gelatin. Wait an other half hours and swich off it. Now you have just to wait – again – until the jam is cold and that’s it.

Do u enjoy it?

fiuh! Passiamo alla versione in italiano.

Ok, so perfettamente che questa ricetta è stata leggermente rubata al cuoco Jeamie Oliver, ma ve la proporrò lo stesso dato che l’abbiamo appena sperimentata io ed il mio amico Angelo, con qualche modifica.

Ingredienti:

1.2 litri di mirtilli

2 tazze da tea di zucchero

un cucchiaio e mezzo di acqua

mezzo limone spremuto

un rametto di timo

e un po’ di colla di pesce – che ho scoperto che si ottiene dalla pelle del maiale e non dai pesci.

Iniziamo.

Versare in una pentola il cucchiaio e mezzo d’acqua, una tazza e mezzo di zucchero, il mezzo limone spremuto ed il ramoscello di timo. Portare ad ebolizione – anche se sembrerà paradossale dato che vedrete solo zucchero nella pentola – e fatto ciò versare i mirtilli anch’essi andranno portati ad ebolizione a fuoco lento. Passo successivo è aspettare una mezz’ora circa per poi versare lo zucchero rimanente e la colla di pesce. Tocca aspettare ancora – rigorosamente a fuoco lento – che la marmellata si cominci a rapprendere. Fatto ciò – finalmente – spegnere il fuoco ed aspettare – ancora una volta – fintatnto che la marmellata non si sia raffreddata e…voilat!

Pronta! Una marmellata di mirtilli fatta in casa che non ha niente a che vedere con quelle che comprate!

Livello superiore!

P.S. Un ringraziamento in particolare va al ristorante dove Angelo lavora come chef che ha fornito gratuitamente la maggior parte degli ingredienti!

Annunci