1984 come 2011

Il perfezionamento tecnico della televisione, in particolare, consentendo di ricevere e trasmettere simultaneamente immagini attraverso il medesimo strumento, pose fine alla vita privata. Ogni cittadino – o almeno ogni cittadino tanto importante da giustificare un simile impegno – poteva essere osservato dalla polizia ventiquattr’ore su ventiquattro, e immerso nel sonoro della propaganda ufficiale, tenendo chiusi tutti gli altri canali di comunicazione. Per la prima volta diveniva possibile indurre nelle coscienze non solo una cieca obbedienza al volere dello Stato, ma anche una totale uniformità di opinioni.

Orwell in 1984 racconta – dagli anni 40 in cui scrive – come negli anni 50 il teleschermo cambi radicalmente la vita dei cittadini dello Stato. I teleschermi, fondamento della dottrina del partito del Grande Fratello nel 1984.

Per chi non abbia mai sfogliato questo libro, lo scrittore inglese, un visionario, immagina come, circa 40 anni dopo la stesura del racconto, immagini il mondo, ma ancor più la società. In sunto il mondo è divisto in 3 super nazioni continuamente in guerra, non per la conquista di territori, ma per consumare i prodotti delle industrie militari. La società è decisamente cambiata dagli anni 40, il capitalismo è stato distrutto ed ora esiste il socing – che in “neo-lingua” significa socialismo – nel quale il Partito ha il potere persino di distruggere la storia e reinventarla a suo piacimento, più e più volte. Il protagonista Winston Smith ha appunto il dovere di eliminare dalle pubblicazioni tutto ciò che viene eliminato dal Partito, che sia una guerra, una persona, un pensiero o solo una parola, e sostituirlo con qualcos’altro.

Tre sono i fondamenti della dottrina del Grande Fratello.

LA GUERRA E’ PACE

LA LIBERTA’ E’ SCHIAVITU’

L’IGNORANZA E’ FORZA

Smith, però, capisce che tutto ciò che lo circonda è pura falsità e…

Non vi racconto il finale, non perchè non vi voglia preservare dal gusto di leggerlo e dalla suspance, ma perchè non l’ho ancora finito.

 

Tutto ciò non vi sembra molto attuale?

LA GUERRA E’ PACE

Sono sempre care le missioni di pace e le guerre preventive.

LA LIBERTA’ E’ SCHIAVITU’

ed in quanto tale ce ne stiamo pian piano privando da soli

L’IGNORANZA E’ FORZA

questa commentatela voi che “a me me viè da ride”

Annunci