The Third Twin, or Daft Punk?

Continua il buzz in rete attorno al duo elettronico The Third Twin ed attorno il loro rapporto con i Daft Punk.

Da amante del duo francese – quale dei due vi chiederete – la curiosità sprizza, schizza dai pori della mia pelle verso una possibile risposta alla domanda: “Cosa c’è tra il due dui di musica elettronica?”, tanto da meritarsi un altro post dopo il precedente.

Nella blogsfera molti sono coloro che affermano che si tratti della stessa band, che durante l’uscita delle colonne sonore di Tron Legacy, abbia utilizzato un nuovo nome per lanciare le sue nuove melodie. I Daft infatti si sono trovati costretti a “castrare” in qualche maniera il proprio stile a favore di musiche più sinfoniche, ovviamente più adatte alla pellicola della Disney che ha cestinato alcuni dei nuovi pezzi. Questo potrebbe essere uno dei motivi che ha spinto il celeberrimo duo elettronico a divulgare la loro musica sotto un altro nome per ovviare a problemi legali, magari come inizio di un nuovo strambo progetto. Anche comunicativo. Ne parla più attentamente Rolling Stones.

Nel caso si trattasse di un side project, come afferma Rolling Stone, ci sarebbero tracce che a mio modesto parere, sarebbero complementari con quelle del film Tron Legacy come la seguente.

Anche la scelta del nome del primo album Homemade riprende decisamente e spudoratamente Homework della più famosa coppia di dj – si trattava del primo album anche per loro.

Come già scritto, era scomparsa, o meglio cancellata, la pagina su Wikipedia attenente ai The Third Twin poi rintracciata su un altro sito Ask.com. Era sparita anche la pagina dei fans non ufficiale, per lasciar posto solo alla pagina MySpace, nella quale gli unici amici che compaiono sono a sorpresa proprio i Daft Punk. Erano pochi i blog che trattavano l’argomento e il dubbio assalivat un po’ tutti i fans dei Daft Punk.

Da qualche tempo, però, la situazione sembra essere leggermente cambiata. E’ comparso un canale YouTube dedicato al nuovo duo, con nuove canzoni che a differenza delle prime già proposte abbondantamente dalla rete, sembrano allontanarsi leggermente dallo stile Daft Punk, anzi, sembrano non emularlo al 99%, ma solo al 90%.

A tutto ciò va aggiunta una chiara presa di posizione direttamente dai Daft Punk e dalla Emi – etichetta discografica dei due francesi – che si allontana chiaro e tondo dal loro presunto co-progetto The Third Twin. Anche questo è ben raccontato da Rolling Stones. Ma non ci si stupirebbe mica se si pensasse che anche i Daft dicono boiate.

Il mio modesto parere è ancora in bilico. Credo che esistano diverse risposte.

Credo che i The Third Twin siano stati degli scaltri ragazzi che siano riusciti ad avvicinare i fans dei Daft Punk a loro facendo intendere che si trattasse proprio del celebre duo. Hanno creato un vero e proprio viral, che ha contagiato non poichi amanti dell’elettronica. Sono riusciti a cortruire un fake, ben riuscito, che in poco, mediante l’aura sprigionata dai Daft Punk, ha illuminato anche il loro neo-nato duo.

Credo altrettanto che si possa trattare di un progetto stilato dagli stessi Daft Punk di collaborazione con altri djs, o semplicemente degli stessi con un altro nome.

Credo anche che esistano delle differenze musicali tra i due gruppi. Affermato questo si scoprirà che sono gli stessi Daft Punk a suonare sotto il nome di The Third Twin e io evidenzierò alla blogsfera quanto poco capisco di musica, ma più ascolto le due band più mi capacito che i T.T.T siano un’imitazione.

Credo tante cose e mi piacerebbe aver chiarezza a riguardo. Per questo continuerò ad indagare e a rendervi partecipi di tutto ciò.

Per voi lettori ecco una serie di link utili di altri blog che affrontano quest’impervio argomento.

soundsblog.it

bestmusicever.com

ps. Ho inviato qualche tempo fa una mail a tale Ryan Smith – contatto del MySpace dei The Third Twin – congratulandomi con loro e chiedendo quando e dove avrebbero suonato prossimamente. La risposta è stata

“I am moving papers and contracts for playing in Spain in severals festivals like FIB 2011, SONAR 2011, ARENAL 2011

Ryan Smith, the spokesman.”

Chissà!

Annunci