A Bari si dice Il Veleno

A Bari si dice il veleno.

Riguardo i video della stagione passata e vedo un bari fantasioso, divertente, grintoso, che corre e che segna. Vedo i vari Barreto, Alvarez e Almiron fare magie. Vedo lo stadio che applaude, urla ed esulta. Vedo la Bari grande come raramente l’avevamo vista e come mai io l’avevo ammirata.

Oggi, a pochi minuti dopo il pareggio casalingo con il Cesena rifletto un po, ancora caldo dagli urli e i pugni sferrati a destra e a manca.

Oggi ho visto una squadra che mi fa piacevolmente fare veleno perchè corre tira e sbaglia, ma almeno ci prova. Oggi c’era grinta, ogii c’era voglia, oggi avremmo potuto vincere.

Questo è quello che voglio. Il risultato conta poco – anche se se avessimo vinto sarei decismente più contento e meno avvelenato – oggi ho apprezzato lo spirito e la tenacia dei ragazzi, che seppur sbagliando – e quanto sbagliano – ci hanno provato nel secondo tempo come non facevano da tanto.

Alvarez puntava l’uomo, Masiello si dannava a destra facendo nanz e’ ndret, Gillet faceva il gatto e Pulzetti correva su ogni pallone. Oggi ho visto una difesa sicura di se. Oggi ho visto il giovanissimo Rana che si dannava l’anima in campo rincorrendo avversari e aggredento tutti i palloni, poi sostituito – giustamente o ingiustamente – per Rivas che ha saltato l’uomo come faceva la passata stagione ed ha inventato.

Oggi ho visto grinta. Ed è quello che ci vuole.

La fiducia da parte mia è tanta e spero che la tifoseria riprendi a stimolare ed inneggiare i nostri ragazzi, perchè le possibilità ci sono.

Forza Bari!

Annunci