Looking for a room in Brighton

Pronto per una nuova trasferta, quasi fossi La Bari – anche se in Europa per ora non ci mette ancora piede – organizzo i come, quando e dove tipici dei giorni precedenti alla partenza.

Destinazione Brighton.

La Rimini inglese, mi, ci aspetta. Obbiettivo, imparare l’inglese, lavorare, divertirsi e fare nuove esperienze. Come sempre insomma.

I dubbi sono tanti, le paure altrettanto, le certezze pochissime, ma la voglia sembra dominare questi aspetti. Tra le incertezze si annovera quella di trovare una casa, o meglio, una camera – a quanto pare per due. In questa cittadina fatta di casette di mattoni rossi, l’una accanto all’altra, con giardini, piccoli, deliziosi e coloroati, in questo poco più grande che paese, di viuzze, giovani, artisti e pub – tanti pub, per la mia felicità. L’ incantata Brighton sembra uscire un po dalle favole o da quei film che ti trasmettono tranquillità, pace. Un salto un po in un passato fatto di pochi rumori di gente in bici e a passeggio.

Io volgio una casetta, piccola, accogliente, con le finestre che si aprono sollevando i vetri piuttosto che aprirli verso l’ interno. Voglio il giardinetto, dove piantere i pomodori ed il rosmarino. Voglio una camera da letto dove c’è spazio solo per il letto col piumone e per un piccolo armadio. E per le mie cartine delle città e le sue cartoline. Voglio una parete di foglie fatte di giornale. Voglio quel tepore che ti trasmettono queste piccole, piccolissime per noi italiani, casucce.

Voglio una stanza e se qualcuno mi può aiutare, beh, lo faccia. Mi appello alla rete per un aiutino, se conoscete qualcuno o qualche modo per giungere a questo mio fine, contattatemi.

Looking for a room in Brighton.

Cheers!

Annunci