E gli orologi da polso?

Interrogandomi, nel prendere sonno, stanco da una giornata di lavoro, sulle varie domande che mi sovvengono, l’altra notte una mi è rimasta impressa – me la sono scritta sulla mano per non dimenticarmene il giorno dopo.

Gli orologi, che per secoli hanno dettato i secondi che trascorrevano fino ad oggi, che fine faranno nell’arco di 30, 40 anni? Penso a quelli da polso. Come sono spariti quelli da taschino, o perlomeno sono molto rari, credo che quelli da polso, che molti – tra la generazione dei miei genitori e dei miei nonni, parlo quindi dai quarant’anni in su – tutt’ora si tolgono solo per andare a dormire, farranno all’incirca la stessa fine.

Ad esempio la maggior parte delle volte che si chiede l’ora a qualcuno, l’azione di risposta è cacciare la mano in tasca, premere un tasto del cellulare o smart phone che sia e rispondere le sette e mezza. Diventa difficile, tra quelli della mia generazione – i ventenni – trovare qualcuno che semplicemente giri il polso sinistro e ti risponda.

Ormai funzione incorporata di tutti i congegni elettronici, davvero rischia di estinguersi, o di diventare un raro oggetto d’uso, parlo per la mia generazione. é tutta via vero che rimane pur sempre un oggetto\accessorio di stile, da indossare. In più si stanno evolvendo nuove soluzioni a passo coi tempi – che è davvero brutto da dire – affinchè l’orologio ricopri anche altre funzioni, vedi i bendrive\bracciale\orologio. Oppure questi in plastica da 5 euro di mille colori che hanno marcato la tendenza dell’estate scorsa – ovviamente digitali, io preferisco le lancette. Forse grazie a questi aspetti magari non scomparirnno come scritto qualche riga più sopra.

Non so!

E quelli dei campanili, dei comuni? Diventeranno digitali come qelli di futurama? Già le sveglie sono state soppiantate da cellulari e microproiettori con suoni fastidiosissimi o radio. Il drin drin chi più lo usa?!

Questo scrivere e pensare agli orologi quasi mi sta mettendo voglia di comprarmene uno. Sono anni che non ne indosso – inpolso – uno! Magari qualcosa di semplice, ma non il classico – alternativo – swatch!

Annunci