Free Colton!

Ieri ne leggevo le gesta sul giornale – quello carteaceo di mio nonno – oggi mi trovo al cospetto di una notizia pari ad un calcio nelle reni.

Colton Harris Moor diciannovenne rinominato Barefoot Bandit – Il bandito scalzo – aveva una passione, strana, ma appassionante per i suoi fan. La passione di derubare gli altri. Ammesso che io non concepisco il furto – ma neanche minimo, anche se ho rubato un chupa chups e non è la solita storiella a Vieste – questo ragazzo poco più piccolo di me mi ha davvero stupito. Un ladro sui generis che potrebbe essere un personaggio di un cartone animato. Si dilettava, sin da piccolo, in piccoli furti – anche se di recente aveva fatto sparire 4 aereoplani imparando in internet a pilotarli – firmandosi di volta in volta con le sue orme disegnate col gesso e un See Ya per salutare le povere vittime. Puro ossigeno Colton vagava negl Usa rubacchiando qua e la, ma il suo luogo preferito erano – o sono – le isole. Motoscafo, o barchetta e via alla prossima.

Proprio qui nelle isole, dopo 1200 miglia di volo – da autodidatta vorrei ricordare – alle Bahamas è stato dopo anche un’evasione arreastato, ovviamente scalzo.

Mi cade così un mito. Anzi no! Il suo mito accresce, poichè da uno come lui, che ha stupito i suoi sostenitori con atteraggi di fortuna e sparizioni, ci si possono aspettare certo altre marachellate. Un’evasione grande stile con un tunnel scavato a mani nude magari!

Ovviamente potete diventarne fan su facebook!

Free Colton!

Annunci