Ossigeno

Ogni ballerino ha una parte destra e una sinistra.

Ogni ballerino ha un polmone destro e uno sinistro.

Sasha del paesino dove i ragazzi si ubriacano ama Sasha della città. Sasha del paesino di prvincia ha una donna mora, che non è ossigeno. Sasha della città è puro ossigeno.

Inizia così per me la seconda proiezione del Pesaro Film Festival.

Kislorod o meglio Ossigeno un film di Aleksey Balabanov, un film raccontato come fosse un album musicale. Diviso in tracce racconta la storia di Sasha e Sasha che si amano, di Sasha che uccide la moglie con una vanga perchè ha le cuffie e non ascolta il comandamento “non uccidere”.

La musica accompagna i 75 minuti di pellicola, senza mai fermarsi. Le immagini disegnano, i due narratori raccontano in musica l’amore dei due. Un amore scoccato come una scintilla grazie ai capelli rossi di Sasha di città.

Calzante, ritmico prosegue passando di comandamento in comandamento di rap in rap. Mi e ci emoziona!

Geniale!

Annunci