Le magiche strade di Pennabilli

Al ritorno della linea internet non può che corrispondere un bel post sul weekend appena trascorso.

A Pennabilli, provincia di Rimini, lassù tra i monti e il verde, più di 200 artisti si sono succeduti, si sono esibiti, si sono riparati dalla pioggia e hanno emozionato il pubblico al loro seguito.

Le viuzze del paesino di epoca romanica sono state il palcoscenico di spettacoli di strada. Io Sabato ne sono stato partecipe tanto emozionato quanto divertito da ciò che mi accadeva intorno. Ovviamente in compagnia!

Ben organizzato con repliche, mappa e orari rispettatissimi questo Festival Internazionale degli Artisti di strada alla dodicesima edizione mi ha colpito molto per la maestria dei vari protagonisti di questa festa. I circensi, i burattinai, musicanti e attori di altissimo livello che mi\ci hanno lasciato a bocca aperta, totalmente stupefatti. Anche quello che appariva come banale si svelava come geniale!

Profondamente affascinato dai burattini di Teodor Borisov con le loro espressioni vive e dagli sguardi degli spettatori emozionati dalle musiche e dai movimenti degli attori in legno che sul teatrino si muovevavono cadenzati da musiche fiabesche. Poi Los Pajaros due attori vicini anche all’arte circense interpretavano due volatili e comunicavanop tra loro con cinguettii e versi di volatili. Poi le piume che volavano tra di noi seduti persi nella loro rappresentazione. I due pagliacci provenienti da Tokyo, Giappone!!!! gli Ojarus simpaticissimi. Infine quel pazzo Julot che a quindici metri su un palo che dondolava da una parte all’altra si divertiva a giocare con gli hula hoop spericolatamente ed in equilibrio precario tra lo sgomento della gente che temeva per lui.

Poi tanta musica tra una via e l’altra, un fachiro che si inchiodava la lingua ad una tavola di legno, due schermi che vagavano per le vie fermando le persone e giocando con loro. Odori di cibo, di alcol, e vicino ai wc di altro.I mercatini non così scontati come all’ inizio credevo che fossero, l’odore della pelle!

Un Sabato alternativo, bello. Che non mi aspettavo!

Ringrazio chi mi ci ha portato, e non mi riferisco alla mia macchina!

Annunci