…e magicamente mi ritrovo nel mio letto

Apro gli occhi è giorno…ma come?ero nel parcheggio con gli amici e mi stavo accingendo a sedermi sui comodi sedili posteriori della macchina di qualche mio amico. Ora, magicamente, mi tirovo nel mio letto in mutande, che puzzo e con un gran malditesta – per non parlare del saporaccio che ho in bocca. “Chissà cosa ho bevuto” – che non mi da pace.

Cosa è successo?

Boh

Mi piace pensare, ma sarà sicuramente così, che ieri sera nel parcheggio – magari quando mi sono allontanato per svuotare la mia vescica piena – da un cespuglio si sia levata una lucciola(non di quelle a pagamento)luminosissima, assieme a questa un’altra e poi altre che con la stessa brillantezza e nel buio pesto della notte mi hanno abbagliato. Immagino già la mia faccia allibita, ma nel contempo incuriosita. Un fenomeno che non capita certo tutti i giorni. Dopo essermi ripreso dallo shok mi si sono avvicinate, sempre più vicine alla mia figura ondeggiante ed instabile, mi hanno sfiorato, alcune si sono anche posate sulla mia maglia, sui capelli e sulle orecchie.

“Cosa diavolo sta succedendo?” ho subito pensato.

Poi la loro luce già intensa ha brillato di più, il loro flebile ronzio è diventato più forte, un rombo di motore. Le lucciole sempre più numerose, luminose e rumorose hanno cominciato a volarmi intorno e una sottile polverina giallognola ha cominciato a ricoprirmi. Una polvere profumata che sembra il polline degli abeti in ottobre che mi accarezza. Forse ho bevuto troppo!

Con incredibile sgomento mi rendo conto che i miei piedi non toccano più il terreno arso, sono a qualche centimetro da terra! C’è qualcosa che non va, ma non capisco, è una sensazione piacevole, mi sento leggero.

Le lucciole intanto mi svolazzano attorno, ma più distanti, il loro bagliore accecante ora è una luce piacevole come quella di una candela, il ronzio è ritornato piacevolmente delicato quasi musicale. E io continuo ad essere sospeso in aria. La sensazione è sempre più piacevole specialmente perchè mi sembra che mi stia muovendo, ma non per mia volontà. è come se le lucciole mi trascinino. Non so se aver paura, ma è troppo bello!!!

Prendiamo velocità, il vento è fresco e mi passa sotto la maglia facendomi provare qualche brivido di freddo. Sempre più veloci tanto che non riesco a tenere gli occhi aperti per il vento. Il ronzio è diventato una melodia, una ninna nanna. Vorrei aprire gli occhi e guardare per capire meglio cosa succede, non mi è ancora chiaro. La polverina gialla continua a circondarmi, ne sento l’odore e mi inebria, mi sto rilassando nonostante non stia capendo davvero cosa mi sta capitando in questa straordinaria notte.

Il vento diminuisce, potrei aprire gli occhi ma sono davvero esausto, non ho più freddo, anzi. Non mi va di aprire gli occhi…

Apro gli occhi è giorno…ma come?ero nel parcheggio con gli amici! Che schifo avrò bevuto troppo ieri sera, mi sale un urto di vomito e mi ritrovo magicamente sulla tazza del cesso ad asfaltare. :)

Annunci